<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=678417352329616&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Di Diego Masi 25-lug-2019 12.45.00

Qual è il vero ROI del Data Center Management?

Le infrastrutture IT sono sempre state viste come un centro di costo a supporto del business, ma l’economia digitale ha ribaltato la situazione: i sistemi informativi stanno diventando il vero motore propulsore dell’innovazione aziendale e conseguentemente aumenta l’attenzione verso le strategie per ottimizzarne la gestione.

Leggi il report gratuito sui vantaggi dei Managed Services!

 

In un contesto di complessità crescente determinato da cloud, mobility e big data, i servizi gestiti e in particolare le soluzioni di Data Center Management possono contribuire a razionalizzare l’utilizzo degli asset, favorendo l’efficienza delle infrastrutture e liberando il personale IT aziendale dalle mansioni manutentive e più routinarie.

Ma quali sono esattamente i ritorni sugli investimenti che le aziende possono ottenere adottando un servizio di Data Center Infrastructure Management?

Come calcolare il Return On Investment (ROI) dei Managed Services

I Managed Services permettono di esternalizzare le risorse IT, delegandone completamente la gestione al provider dietro un canone contrattuale e livelli di performance prestabiliti. In sostanza, il fornitore deve garantire attraverso le proprie infrastrutture la corretta erogazione dei servizi IT necessari alla continuità operativa del cliente, assicurando il rispetto degli Sla (Service Level Agreements).

Calcolare il Roi derivante da un piano di Data Center Management significa tenere conto non soltanto dei benefici tangibili soprattutto di natura economica (ad esempio, il risparmio sull’acquisto degli asset) ma anche i vantaggi indiretti che si estendono sul lungo periodo (come l’aumento della flessibilità infrastrutturale con conseguente accelerazione nella delivery di nuovi servizi).

Ridurre il Total Cost of Ownership (TCO) grazie ai servizi gestiti

Il primo punto di attenzione riguarda il Total Cost Of Ownership ovvero l’insieme dei costi sostenuti da un’azienda per l'acquisto, l'installazione, la gestione, la manutenzione e lo smaltimento di una soluzione hardware o software durante l’intero ciclo di vita.

I servizi di Data Center Management si basano sul pagamento di una fee periodica (solitamente mensile o annuale) in base al numero e alla tipologia di risorse utilizzate, sul livello di performance garantito, sui servizi associati all’erogazione degli asset.

I vantaggi derivanti sono facilmente intuibili: nessuna spesa per l’acquisto di nuove soluzioni, risparmio di ore/uomo impiegate nelle operazioni di gestione routinarie, la definizione precisa di budget e forecast finanziari (banalmente le spese di manutenzione straordinarie che potrebbero gravare inaspettatamente sui bilanci, vengono assorbite all’interno dei contratti). 

I vantaggi del Data Center Management per la Business Continuity

Non bisogna tralasciare che qualsiasi componente IT (un sistema fisico o un’applicazione) è soggetta a rapida obsolescenza e necessita di continui aggiornamenti, onerosi in termini sia organizzativi sia economici.

Grazie ai servizi gestiti tutte le attività manutentive e di update o upgrade vengono invece ribaltate sul fornitore, con il vantaggio di avere a disposizione sempre soluzioni allo stato dell’arte, con un livello di protezione adeguato contro le ultime minacce e tecniche hacker.

Sfruttando le economie di scala infatti i Managed Service Provider riescono a garantire un ammodernamento infrastrutturale costante e un alto grado di sicurezza, come difficilmente un’azienda potrebbe assicurare per il proprio data center locale. L’aggiornamento della componentistica, delle funzionalità e della security preserva i sistemi dal rischio di guasti e malfunzionamenti, riducendo i downtime a tutto vantaggio della continuità operativa.

Calcolando il ROI relativo ai servizi di Data Center Management, bisogna includere infatti l’opportunità di minimizzare le interruzioni di servizio, che potrebbero compromettere l’azienda sotto diversi punti di vista: mancato profitto, perdita del cliente, brand reputation indebolita.

Come valorizzare le risorse umane con il Data Center Management

I Managed Services consentono infine la valorizzazione del capitale umano interno all’azienda. Innanzitutto il personale IT non necessita di nuove figure o corsi di formazione per gestire un parco macchine sempre più ampio ed eterogeneo, con relativi software. Il risparmio economico è immediato, mentre l’azienda cliente può beneficiare di tutta l’assistenza altamente qualificata messa a disposizione dal provider.

Inoltre le soluzioni di Data Center Management dispensano i tecnici interni dalle lunghe operazioni di gestione e manutenzione degli asset, cosicché possono concentrarsi sulle attività veramente a valore per l’azienda: ovvero creare innovazione allineando l’IT alle esigenze del business.

 

Come abbiamo visto insieme, l’esternalizzazione della gestione del Data Center è un’ottima scelta per risparmiare tempo e risorse e concentrarsi sul proprio core business: se desideri conoscere tutti i vantaggi dei Managed Services, scarica il nostro eBook gratuito dedicato ai 35 vantaggi che un Managed Service Provider può offrirti. Ti basta un clic sul pulsante qui sotto!

New call-to-action