<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=678417352329616&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Di Iacopo Del Freo 15-set-2020 8.45.00

TT per la riapertura: le tecnologie per la ripresa del manufacturing

A fine 2019, il settore del Manufacturing italiano aveva registrato una crescita del 2,1% del valore aggiunto, con una previsione positiva di una ulteriore crescita dell’1,3% prevista per il 2020-2021. Purtroppo la pandemia ha rivoluzionato tutti i pronostici e ad oggi uno studio di Confindustria stima un calo della produzione industriale del 13% e del 7,4% del valore aggiunto, con un calo del fatturato delle imprese del 32,6%.

Nel mese di marzo il 14,4% degli industriali dichiarava di avere problemi gravi, percentuale triplicata ad aprile e quasi il 36,5% ha dovuto bloccare completamente le attività dopo il DPCM del 25 marzo. Oggi il peggio sembra essere passato e si stima che il 100% delle industrie sia tornato completamente operativo ai livelli pre-lockdown.

Le tecnologie per la ripresa del Manufacturing

Alla luce delle problematiche riscontrate durante il lockdown, la ripresa del mercato Manufacturing è sicuramente supportata dalle tecnologie digitali, dall'Artificial Intelligence, alle piattaforme di collaboration e process automation. TT Tecnosistemi si impegna ad essere un partner essenziale per la ripresa, infatti grazie alle varie partnership con le aziende leader in molteplici settori tecnologici, è in grado di fornire soluzioni digitali chiavi in mano, ma soprattutto dimensionate in base alle effettive necessità dell’azienda che le richiede.

Social Distancing

Un primo esempio di servizio per la ripresa è quello per garantire il distanziamento sociale. Questo sistema permette di monitorare interazioni tra persone con una distanza troppo ridotta e di una certa durata minima. Sia la soglia di distanza che quella di durata dell’interazione possono essere impostate in fase di setup e solitamente sono 1,5 metri per la distanza e 15/30 secondi per il tempo di interazione. Se le due soglie vengono superate viene generato un allarme in tempo reale sullo smartphone dei due individui in modo da informarli che la loro interazione è troppo ravvicinata. Nello stesso tempo viene inviato un alert anche ad un server centrale che registra l’avvenuta interazione.

Grazie a questo sistema è possibile gestire l’eventuale catena di contatti rintracciando ed informando le persone che hanno avuto interazioni con un eventuale soggetto rivelatosi infetto. Tutti i soggetti sono dotati di un tag identificativo associato al proprio smartphone, il tag contiene solo un identificativo univoco cosicché tutte le interazioni registrate e l’eventuale catena di contagi può avvenire nel pieno rispetto del GDPR relativo alla privacy.

Manutenzione da remoto con Livemote

Per garantire l’assistenza sul campo nel pieno rispetto delle normative anti-Covid, Livemote si rivela essere lo strumento ottimale in quanto mette a disposizione una serie unica di strumenti avanzati di supporto remoto per mettere l’Operatore sul campo in condizione di risolvere più rapidamente qualsiasi problema. Prima di un intervento sul campo, Livemote consente di creare gli ordini di lavoro, assegnarli ai vari tecnici on site, schedulare i tempi di intervento e attivare la geolocalizzazione per identificare i luoghi dell’intervento. Durante l’intervento il tecnico on site ha a disposizione una chat per comunicare con gli esperti in sede e un tool di Realtà aumentata (Live AR©) con cui può trasmettere la propria visuale e riceverla indietro arricchita di istruzioni visive e pin-point interattivi da parte dei tecnici in sede e dispone inoltre di una gestione documentale intelligente, VoIP e video streaming.

Al termine dell’intervento è possibile creare un report dell'intervento stesso, completo di firma del cliente e dati statistici sui tempi e i risultati.

Leggi anche: TT Smart Working: come cambia il Field Service Management da remoto

Realtà aumentata con Live AR e Livemote

Relativamente alla gestione degli interventi on-site, per avere la massima interazione a livello di know how tra i tecnici limitando al contempo la vicinanza fisica, si può ricorrere all’utilizzo della realtà aumentata Live AR.

Statisticamente, grazie a questo tool, si ottiene fino al 34% di miglioramento delle prestazioni degli operatori sul campo al primo intervento. Gli operatori sul campo possono sfruttare la funzionalità Live AR per ricevere supporto qualificato da un esperto in grado di fornire istruzioni visive e inviare pinpoint interattivi direttamente sulle immagini ricevute dal campo.

Le istruzioni virtuali sovrapposte tramite Realtà Aumentata nell'ambiente dell'operatore di campo costituiscono una interazione naturale che migliora l’efficienza del tecnico on-site, anche se alle prime armi.

Sull'immagine inviata dal campo possono infatti essere tracciati disegni a mano libera e informazioni interattive contenenti immagini, note vocali e file tecnici. Tali informazioni arrivano in tempo reale e rimangono ancorate all'immagine sul display del telefono. Gli operatori sul campo diverranno presto “consulenti fidati” per i clienti della tua azienda.

Leggi anche: TT Smart Working: i vantaggi di Livemote e dell’Augmented Reality per i servizi sul campo

Collaboration Online con Microsoft Teams

Un’altra importante partnership di TT Tecnosistemi a favore della ripresa, è quella con Microsoft grazie alla quale è viene messa a disposizione Microsoft Teams.

Teams è una piattaforma di comunicazione e collaborazione unificata che combina chat, videoconferenze, archiviazione di file (inclusa la collaborazione su file) e integrazione delle applicazioni. Il servizio si integra perfettamente con la suite Office 365 e include estensioni che possono essere integrate con prodotti non Microsoft.

Le comunità o i gruppi possono unirsi tramite un URL specifico o un invito inviato da un amministratore del team che crea così delle vere e proprie “Squadre”. All'interno di una squadra, i membri possono impostare vari canali, ovvero argomenti di conversazione che consentono ai membri del team di comunicare senza l'uso di e-mail o SMS di gruppo. Gli utenti possono rispondere ai post con testo, immagini, GIF. I messaggi diretti consentono invece di inviare messaggi privati anziché a un gruppo di persone.

Sono disponibili anche i “connettori”, servizi di terze parti che possono interagire con il canale. I connettori includono MailChimp, Facebook, Twitter e Notizie Bing. Gli utenti di un team possono interagire tra loro anche tramite le chiamate che comprendono: Messaggistica istantanea, Voice over IP (VoIP), Videoconferenza all'interno del software client e teleconferenze attraverso la rete telefonica PSTN.

È possibile organizzare riunioni programmate o ad hoc e gli utenti che visitano il canale potranno vedere eventuali riunioni attualmente in corso.

Leggi anche: TT Smart Working: i vantaggi di Microsoft per la collaboration online

Conclusioni

Queste sono solo alcune delle tecnologie che TT Tecnosistemi mette a disposizione per favorire la riapertura. Per approfondire il tema della riapertura ti invitiamo a scaricare le ‘10 linee guida per una riapertura efficace’, un ebook che ti darà utili consigli per consentire alla tua azienda una ripresa più celere possibile. Clicca sul pulsante qui sotto per scaricarlo!

TT Tecnosistemi | eBook gratuito | 10 linee guida per la riapertura delle aziende
    TT Tecnosistemi | Soluzioni Smart Working

    TT NEWSLETTER