<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=678417352329616&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Di Iacopo Del Freo 17-lug-2020 11.15.18

TT per la riapertura: le tecnologie per la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione

L’emergenza legata alla diffusione del Covid-19 ha accelerato in maniera imprevedibile i tempi di adozione dello smart working nella Pubblicazione Amministrazione tanto che, con la Direttiva 2/2020, si stabilisce che per le Pubbliche Amministrazioni “il lavoro agile dovrà diventare la modalità ordinaria ed essere esteso anche ad attività escluse in precedenza”. Si prevede infatti l’accesso allo smart working con modalità facilitate e semplificate, si superano il regime sperimentale e le soglie minime e massime, vengono ripensate le attività che possono essere oggetto di lavoro agile, ed è prevista la possibilità di utilizzare la propria strumentazione personale.

Per fare questo è però necessario avvalersi di strumenti di connessione adeguati per poter estendere la rete PA fino a casa dell’impiegato, mantenendo gli stringenti requisiti di sicurezza e riservatezza dei dati. In questo modo, la ripresa delle attività e il ritorno a pieno regime sarà garantita nel minor tempo possibile e nella massima sicurezza.

L’impatto dell’emergenza Covid-19 sulla Pubblica Amministrazione

L’emergenza Covid-19 ha imposto l'adozione repentina e forzata della modalità di smart working che implica distorsioni e rischi, ma se le amministrazioni riusciranno a fare tesoro di questa esperienza, creerà anche delle preziose opportunità. Una volta tornati alla normalità tutto non potrà essere come prima e le pubbliche amministrazioni si troveranno ad assegnare allo smart working il suo vero significato, valorizzando la volontarietà, l’autonomia, la responsabilizzazione e, soprattutto, le persone.

I primi dati del monitoraggio rilevano un 80% di dipendenti pubblici in smart working nelle amministrazioni centrali e di un 69% nelle regioni e l’obiettivo, dopo l’emergenza Coronavirus, è quello di avere il 30-40% dei dipendenti pubblici in smart working.

Smart Working e Pubblica Amministrazione: a che punto siamo?

Ma qual è l’attuale stato di diffusione dei processi di digitalizzazione delle pubbliche amministrazioni? Fondamentalmente siamo ancora all’inizio. Dai dati dell’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano, mentre oltre il 60% delle grandi aziende ha avviato iniziative strutturate di smart working, le pubbliche amministrazioni sono attive su questo fronte per il 28% (almeno prima dell’emergenza Covid-19).

Dallo stesso studio, il 31% hanno attualmente sperimentazioni in corso, mentre un 41% è in fase di avvio dei progetti di lavoro agile. Questi dati percentuali sono destinati ad aumentare notevolmente soprattutto per il fatto che a causa dell’emergenza, molte PA hanno potuto constatare le opportunità realmente avanzate offerte dallo smart working.

In cosa consiste la normativa relativa allo Smart Working nella PA?

Il lavoro agile è disciplinato dalla legge 22 maggio 2017 n. 81 (art. 18-24) che fornisce le basi legali per la sua applicazione anche nel settore pubblico. La legge all’articolo 18 definisce il lavoro agile come “modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato stabilita mediante accordo tra le parti, anche con forme di organizzazione per fasi, cicli e obiettivi e senza precisi vincoli di orario o di luogo di lavoro, con il possibile utilizzo di strumenti tecnologici per lo svolgimento dell’attività lavorativa.

La prestazione lavorativa viene eseguita, in parte all’interno di locali aziendali e in parte all’esterno senza una postazione fissa, entro i soli limiti di durata massima dell’orario di lavoro giornaliero e settimanale, derivanti dalla legge e dalla contrattazione collettiva.” e, al comma 3, si precisa che le disposizioni normative si applicano anche ai “rapporti di lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche”.

L’articolo 14 della Legge 7 agosto 2015, n. 124 stabilisce che le amministrazioni adottino misure tali da permettere, entro tre anni, ad almeno il 10% delle lavoratrici e dei lavoratori pubblici che lo richiedano di avvalersi delle nuove modalità di lavoro agile, mantenendo in ogni caso inalterate le opportunità di crescita e di carriera per questi lavoratori. Viene anche precisato che l’adozione di queste misure organizzative e il raggiungimento degli obiettivi descritti costituiscono oggetto di valutazione nell’ambito dei percorsi di misurazione della performance sia organizzativa che individuale all’interno di ogni ente.

I migliori strumenti di Smart Working per la pubblica amministrazione

Per implementare lo smart working, Le PA devono avvalersi di strumenti efficienti che consentano la connessione remota alla rete locale in piena sicurezza, che possano gestire tutta la documentazione e gli archivi in formato elettronico, che consenta la gestione delle stampe da remoto e che offra la massima sicurezza e riservatezza dei dati che transitano in rete. Per questo, la scelta migliore è scegliere un unico partner che possa gestire simultaneamente tutti questi aspetti.

TT Tecnosistemi, grazie alle partnership con i principali leader di settore, è in grado di fornire tutte le soluzioni necessarie per l’implementazione dello smart working in modo scalabile e su misura in base alle esigenze delle singole amministrazioni.

  • Con Aruba HPE e la sua soluzione Smart Office, aiutiamo le PA a connettersi alla rete mediante access point remoti e garantire sicurezza e performance di rete ai propri dipendenti
  • Con Office 365 e Microsoft Teams permettiamo la generazione di documenti e facilitiamo la collaborazione tra dipendenti
  • Con Arxivar abilitiamo la gestione interamente digitale della documentazione
  • Con 7Layers proteggiamo gli utenti dai pericoli della cybersecurity e dai tentativi di phishing, che facendo leva sul Covid-19 sono sempre più frequenti in questo periodo di emergenza.

Per accelerare al massimo il processo di digitalizzazione della PA e l’implementazione dello smart working, ti invitiamo a scaricare il nostro ebook gratuito dedicato alle linee guida per la riapertura. Ti basta un click qui sotto!

TT Tecnosistemi | eBook gratuito | 10 linee guida per la riapertura delle aziende
    TT Tecnosistemi | Soluzioni Smart Working

    TT NEWSLETTER