<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=678417352329616&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Di Diego Masi 18-lug-2019 12.45.00

Managed Infrastructure: 10 risposte alle domande più frequenti sulle infrastrutture gestite

Le infrastrutture IT aziendali sono messe sotto pressione dalla crescente complessità tecnologica: ambienti multi-cloud e distribuiti, proliferazione di dispositivi mobile e periferiche, attacchi hacker sempre più sofisticati, maggiore richiesta di capacità per la gestione dei Big data.

Leggi il report gratuito sui vantaggi dei Managed Services!

 

Le soluzioni di Managed Infrastructure possono aiutare le aziende a superare le nuove sfide, esternalizzando la gestione degli asset a fornitori specializzati all’interno di un contratto basato su canoni periodici e Service Level Agreement. I benefici derivanti sono evidenti: nessun costo di acquisto iniziale, delega delle operazioni di gestione (dall’installazione allo smaltimento), valorizzazione delle risorse umane interne (il team IT aziendale viene dispensato dalle operazioni manutentive per dedicarsi all’innovazione), infrastrutture protette e sempre aggiornate allo stato dell’arte.

Ma cosa c’è realmente da sapere per valutare l’adozione dei servizi di Managed Infrastructure? Quali sono i requisiti di un Managed Services Provider (MSP) affidabile? Ecco le risposte alla lista delle 10 domande più frequenti in tema di servizi gestiti dedicati alle infrastrutture IT.

1. Cosa significa Managed Infrastructure?

Esternalizzare le infrastrutture IT significa delegare a un Managed Services Provider tutte le attività di gestione del parco macchine, con relativi software, sulla base di un canone periodico. Il fornitore si impegna a garantire l’efficienza delle infrastrutture perché supportino puntualmente l’erogazione dei servizi di business del cliente. L’MSP diventa l’unico interlocutore del cliente, indipendentemente dagli asset e dai servizi multibrand.

2. Come avviene l’erogazione dei Managed Services?

All’interno di un contratto di Managed Infrastructure, i servizi IT vengono principalmente erogati da remoto, ma alcuni MSP sono strutturati per una delivery onsite presso il cliente. Sono contemplate anche le alternative ibride, che permettono di creare un mix di servizi on-premise e sul data center del fornitore. 

3. Come viene calcolato il pricing dell’infrastruttura gestita?

Le soluzioni di Managed Infrastructure si basano su un canone periodico (solitamente mensile o annuale) che può variare in base al numero e alla tipologia degli asset gestiti, al livello di performance garantito, alla combinazione dei servizi associati. 

4. Quali sono le garanzie offerte dal Managed Services Provider (MSP)?

il provider si impegna ad assicurare un livello predefinito di performance, sicurezza e qualità del servizio sulla base degli Sla pattuiti a monte con il cliente. Il mancato adempimento degli accordi rende l’MSP passibile di sanzione.

5. Cosa rende l’infrastruttura gestita più affidabile?

Gli asset IT sono soggetti a un’obsolescenza veloce e necessitano continuamente di aggiornamenti a livello hardware e software. Grazie a team qualificati e alle economie di scala, gli Mps assicurano la manutenzione e l’ammodernamento delle infrastrutture perché siano sempre aggiornate allo stato dell’arte.

6. Perché la Managed Infrastructure è più sicura?

Con uno scenario hacker sempre più agguerrito, il provider si impegna a garantire tutti gli updates di sicurezza necessari a fronteggiare le ultime minacce informatiche e tecniche hacker, con una potenza di fuoco superiore rispetto alle aziende clienti.

7. In che modo la Managed Infrastructure genera risparmi?

Il ricorso a servizi di infrastruttura gestita permette di abbassare il Total Cost Of Ownership degli asset IT. Il canone periodico copre tutti i costi relativi al management dell’hardware e del relativo software (dall’acquisto alla manutenzione straordinaria), assicurando maggiore chiarezza e precisione nella definizione del budget e del forecast finanziario.

8. Perché la Managed Infrastructure valorizza le risorse aziendali?

Delegando in esterno la gestione delle infrastrutture, il personale IT interno non necessita di figure aggiuntive o corsi di formazione per il management delle nuove tecnologie. Dispensato dalle operazioni manutentive a basso valore, il team informativo aziendale può concentrarsi sulle attività più strategiche, che permettono di creare innovazione allineando l’IT al business.

9. In che modo l’infrastruttura gestita contribuisce alla flessibilità dei sistemi IT?

Basandosi sul pagamento del canone, i Managed Services consentono di dimensionare le risorse gestite in base alle esigenze aziendali, con la possibilità di cambiare anche la combinazione dei servizi associati.

10. Come scegliere il fornitore della Managed Infrastructure?

Da valutare in fase di selezione è soprattutto la capacità del fornitore di offrire consulenza a partire dall’assessment per consigliare al cliente la soluzione ottimale. Fondamentale è verificare il rispetto della compliance normativa soprattutto in materia di sicurezza, quindi l’eventuale adozione di best practice e framework metodologici come Itil.

Se stai pensando di rivolgerti a un Managed Service Provider e vuoi approfondire i vantaggi di questo servizio, scarica il nostro eBook gratuito dedicato con 35 vantaggi dell'affidarsi ai Managed Services: ti basta un clic sul pulsante qui sotto!

New call-to-action