29 giugno 2017

Sicurezza sul lavoro: la tecnologia a tutela delle persone

Oggi la tecnologia offre un valido supporto alla sicurezza sul lavoro, grazie a sistemi automatici integrati che identificano il potenziale pericolo e prevengono gli incidenti.

La “fabbrica del futuro” è già una realtà, nella quale si combinano l’utilizzo di smart contract, stampa 3d, vista condivisa, manutenzione predittiva, solo per citare alcuni trend.
Basti pensare che i big data consentono di conoscere lo stato di usura delle macchine, di anticiparne i guasti e programmarne revisioni e riparazioni prima che ci siano interruzioni. Ancora, la realtà virtuale dà la possibilità di gestire da remoto qualsiasi tipo di assistenza tecnica, grazie all’utilizzo di appositi visori.

La sensoristica per la sicurezza

Alla base di tutte le analisi ci sono i sensori, gli ingredienti principali di un processo intelligente. I sensori wireless raccolgono in modo costante i valori di interesse. I dati rilevati sono comunicati a un coordinatore o a un computer centrale che, in caso di necessità, interviene trasferendo ordini a chi di competenza. Utilizzare sensori antincendio per la rilevazione di fumi o di calore, per esempio, consente di conoscere in tempo reale il verificarsi di condizioni pericolose.

L’IoT per sicurezza sul lavoro

Sono sempre di più gli oggetti intelligenti, connessi e comunicanti. Non pensiamo solo a strumenti tecnologici: anche elmetti, giacche, scarpe, guanti e tutti quei dispositivi di protezione individuale (Dpi) in dotazione al personale tecnico operativo possono diventare intelligenti. Le statistiche nazionali rilevano infatti che molti degli infortuni sui luoghi di lavoro più critici sono dovuti al fatto che gli operatori utilizzano in modo parziale o non adeguato i Dpi a loro disposizione. Disattenzione, fretta ma anche cattive abitudini spesso si tramutano in incidenti. Per questo motivo sono nate soluzioni basate sull’ Internet of Things che consentono agli oggetti di registrare i dati e inviare alert in caso di anomalie.

La tecnologia RFID

TT Tecnosistemi introduce poi il concetto di sicurezza attiva basata sull’applicazione intelligente di tecnologie avanzate come l’RFID.
Attraverso la tecnologia RFID attiva si può rilevare in automatico la posizione del lavoratore (a cui sarà associato un TAG identificativo) mettendolo in relazione ai potenziali pericoli presenti nella zona operativa. Il sistema di supervisione è in grado di intervenire in modo automatico, implementando misure tali da segnalare il pericolo tempestivamente, scongiurare l’incidente e intervenire sempre in modo automatico per evitare impatti, investimenti, fatalità etc..
Le caratteristiche innovative di questo sistema di prevenzione incidenti sono principalmente due:

La prima è la modalità hand-free: l’utilizzo di tecnologia RFID attiva permette al lavoratore di essere protetto senza dover effettuare alcun gesto in più rispetto al normale lavoro di tutti i giorni.

La seconda è l’identificazione del pericolo: questo sistema non avverte solo in caso di ostacolo imminente, ma discrimina il pericolo e valuta le caratteristiche di gravità, stabilendo di conseguenza misure di intervento o allarmi adeguati all’entità del pericolo stesso.


PER SAPERNE DI PIÙ

Newsletter

TT Tecnosistemi S.p.A. - Azienda Certificata ISO 9001, 14001 e 27001

Via Rimini 5 - 59100 Prato - Italy - T +39 057444741 - F +39 0574440645
tecnosistemi@tecnosistemi.com
Capitale Sociale €165.000 i.v - Tribunale Prato e Codice Fiscale 03509620484 - Partita IVA 00305120974 - REA Prato 365804
Impresa soggetta alla direzione e coordinamento di HTT srl