27 aprile 2017

Industria 4.0: le tecnologie e gli incentivi per l’innovazione

L’industria 4.0 è il trend del momento, non solo a parole ma anche a livello di investimenti, tecnologie e strategie e ora ci sono anche gli incentivi del Governo. Sono sempre di più le imprese che puntano a concretizzare una visione d’insieme chiara sul proprio futuro come “Fabbriche Intelligenti” e scelgono di integrare le tecnologie dell’industria 4.0 nei propri processi per ottimizzare la produzione.

Piano Nazionale Industria 4.0: il sostegno del Governo

La spinta verso l’ industria 4.0 e il trend propositivo è dettato dagli incentivi messi a disposizione con il Piano Calenda, che prevede un aumento dell’aliquota dell’ammortamento dall’attuale 140% al 250% per gli investimenti in soluzioni per l’Industria 4.0. Grazie al sostegno del Governo, infatti, la prospettiva di un manifatturiero italiano 4.0 è in netto miglioramento tra gli imprenditori.
Le aziende che a oggi hanno introdotto nuove tecnologie abilitanti, hanno privilegiato soluzioni per la sicurezza informatica, la robotica, la meccatronica, il cloud computing e la simulazione, che saranno oggetto di ulteriori investimenti nel corso del 2017. Durante il 2017, però, sarà l’Internet of Things a godere degli investimenti maggiori, arrivando a registrare un +12% e a essere così presente in quasi un quarto delle imprese italiane (Osservatorio Mecspe 2017).

Sensoristica

Internet of Things
L’integrazione di queste tecnologie abilitanti l’industria 4.0 nei processi produttivi porterà vantaggi soprattutto dal punto di vista dell’ottimizzazione del controllo della qualità dei processi e di quella in real time della supply chain. Questo è possibile grazie a sensori e oggetti connessi, in grado di seguire – ad esempio – il monitoring da remoto, programmare un miglioramento dei consumi energetici e mettere in atto una manutenzione predittiva.

Stampa 3D

stampa 3D
Grazie all’ampia varietà di stampanti e materiali che possono essere utilizzati, la stampa 3D sta diventando sempre più sofisticata e aperta a utilizzi innovativi. I dati mondiali, secondo i principali analisti, evidenziano un mercato complessivo che spazia dai 4 ai 7 miliardi di dollari; e per l’Italia, il mercato per la sola componente business e con esclusione anche della Pubblica Amministrazione e della sanità vale, nel 2016, circa 245 milioni di euro ed evidenzia tassi di crescita prospettici molto elevati per i prossimi due anni, anche grazie all’effetto atteso dal Piano Calenda sugli acquisti di nuove stampanti 3D (Ricerca sulla stampa 3D e sull’Additive Manufacturing, NetConsulting cube e Cherry Consulting). Emerge che le aziende italiane, dopo un approccio cauto, una introduzione della Stampa 3D limitata spesso all’attività di progettazione – ambito in cui genera evidenti benefici in termini di agilità, tempi ridotti di realizzazione, riduzione degli errori, efficienza – e dopo aver fatto riferimento a centri servizi esterni per colmare i gap di competenze interne su software 3D, macchine e materiali, ora guardano con interesse all’introduzione di macchine all’interno, anche in produzione e a supporto delle attività verso i canali distributivi.
Questo significa, ad esempio, introdurre le stampanti 3D all’interno delle fabbriche ed integrarle con gli altri sistemi di produzione per effettuare lavorazioni specifiche e speciali. Molte aziende di diversi comparti industriali, in special modo quelli legati al Made in Italy, sono già partite.

Realtà virtuale

virtual reality
Il 2017 è anche l’anno della Realtà Virtuale, è un dato di fatto. Gli ultimi annunci di Mark Zuckerberg alla conferenza per sviluppatori Facebook F8 2017 ne sono l’ulteriore conferma. La VR attrae un po’ tutti, dai consumatori finali alle aziende di ogni settore. Una riduzione dei costi prima di tutto, ma anche esperienze immersive è in grado di cogliere l’attenzione trasversale degli utenti. Dagli showcase digitali alle demo di prototipazione, dall’assistenza tecnica a distanza fino alle chiacchiere con gli amici in un ambiente virtuale, interattivo e divertente: le possibilità sono infinite.

 

Guida pratica all’Industria 4.0

Iperammortamento, superammortamento, credito d’imposta e nuova Sabatini. In questa guida pratica all’Industria 4.0 analizziamo tutti i benefici che le imprese possono trarre dagli incentivi del Governo.
Guida pratica Industria 4.0

 


PER SAPERNE DI PIÙ

Newsletter

TT Tecnosistemi S.p.A. - Azienda Certificata ISO 9001, 14001 e 27001

Via Rimini 5 - 59100 Prato - Italy - T +39 057444741 - F +39 0574440645
tecnosistemi@tecnosistemi.com
Capitale Sociale €165.000 i.v - Tribunale Prato e Codice Fiscale 03509620484 - Partita IVA 00305120974 - REA Prato 365804
Impresa soggetta alla direzione e coordinamento di HTT srl